Contenuto principale

        PROTOCOLLO  D’INCLUSIONE SCOLASTICA PER GLI ALUNNI CON DISABILITA’

Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze.
Paul Valéry

Il Processo di Inclusione scolastica degli alunni con disabilità, si fonda sull’assunzione di un impegno concreto da parte del nostro Istituto Comprensivo, impegno che trova riferimento normativo nelle Linee Guida Ministeriali, ma soprattutto trova motivazione nel porre in essere alcune direttive generali, sulla base delle quali assicurare, l’effettività del diritto allo studio degli alunni con disabilità, attraverso una procedura che possa dare risposte adeguate ai bisogni educativi speciali di ciascuno di loro.

Tali intenti verranno così perseguiti:

Organizzazione e convocazione della Commissione H. d’ Istituto, composta dalla F.S. e da tutti i docenti di sostegno di ogni ordine scolastico, convocata in vari momenti dell’anno scolastico al fine di :

  • Accogliere i docenti dei vari ordini di scuola che svolgono attività di sostegno, per  dare loro le necessarie informazioni relative ai documenti e relativi modelli che vengono utilizzati all’interno dell’Istituto Comprensivo, riguardanti  la convocazione e la stesura degli incontri PEI ( Piano Educativo Individualizzato).
  • Offrire delucidazioni e supporto ai docenti per la redazione dei registri e la stesura della Relazione Finale delle attività svolte e il PDF (Profilo Dinamico  Funzionale), ad ogni passaggio di ordine scolastico.
  • Compilazione dei modelli on-line, inoltrati dall’Ufficio Scolastico Provinciale, per la determinazione dell’organico di diritto dei docenti di sostegno, per l’anno scolastico successivo ; modelli relativi agli alunni già in possesso della certificazione 104 e per gli alunni di nuova certificazione 104.
  • Organizzazione sulla destinazione dei Fondi Statali riguardanti gli alunni diversamente abili dell’intero Istituto.
  • Organizzazione e convocazione GLIS con lo scopo di far colloquiare tra di loro Enti, Associazioni Territoriali, famiglie  e Istituzione Scolastica. Il gruppo di lavoro, viene ritenuto necessario per l’orientamento organizzativo e le politiche per l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.

La Funzione Strumentale inoltre provvederà :

Su delega del Dirigente Scolastico, a presiedere agli incontri  per la redazione e la verifica dei PEI dei vari alunni e alla loro verbalizzazione.

Sono stati organizzati i seguenti progetti :

Scuola Primaria:

  • Progetto di avvicinamento e conoscenza dello strumento musicale, in continuità con i docenti di strumento  del corso musicale dell’I.C. di Bucine, rivolto agli alunni delle classi 4° e 5° del plesso di Bucine.
  • Progetto  Arte e Ceramica :  progetto finanziato  dal P.E.Z. dei tre comuni e indirizzato alle classi frequentate da alunni con disabilità.
  • Progetti di ed. motoria e Giochi Sportivi d’Istituto:  rivolti a tutti gli alunni dell’Istituto.
  • Progetto “ Teatro in lingua inglese”: rivolto agli alunni delle Scuole   Secondarie di 1°.
  • Progetto Continuità ed Orientamento: rivolto agli alunni di nuova iscrizione scolastica, frequentanti gli anni ponte dei vari ordini scolastici.
  • Per gli alunni che hanno frequentano  il terzo anno della scuola secondaria di 1°, verranno messi in essere incontri di PEI aggiuntivi, per organizzare al meglio l’orientamento scolastico prima dell’iscrizione agli Istituti Superiori.Tali incontri, in accordo con la referente del Progetto Orientamento dell’istituto, Prof.ssa Stefania Ceccherini, verranno organizzati così : in un  primo momento saranno consigliati alle famiglie  gli Istituti migliori per le  capacità degli alunni,  poi in un incontro successivo, coincidente con  l’incontro PEI di verifica, verranno invitati i referenti dei Dipartimenti Disabilità delle varie Scuole Superiori, in modo da offrire un passaggio di  ordine scolastico sostanziale e non solo formale degli alunni iscritti.                                             
  • Progetto Cineforum tematico: saranno visionati  alcuni film trattanti temi come l’handicap, il disagio e la difficoltà relazionale, al fine di promuovere momenti di confronto e di  discussione nelle varie classi di Scuola Secondaria di 1°

           

           La Funzione Strumentale per l’handicap

                                          ins.    Renzi Valentina